Riepilogo delle attività

 

26 ottobre 2018, ore 15.00

Trento, Biblioteca provinciale dei Cappuccini, Sala San Francesco, Via Delle Laste 3

Segnalazione dai Soci – presentazione del libro

Carla Benocci, La Villa di Papacqua a Soriano nel Cimino. Gli Otia dei Madruzzo, Altemps, Albani, ChigiDavide Ghaleb Editore 2018

Relatori: Prof. Mons. Lodovico Maule, Decano del Capitolo della Cattedrale; Arch. Ugo Soragni, Professore all’Università di Padova e Direttore della Rivista Storia dell’urbanistica; Arch. Giovanni Battista Dellantonio, Soprintendenza per i Beni Culturali della Provincia di Trento; Fabio Menicacci, Sindaco di Soriano nel Cimino. Sarà presente l’Autrice.

 

 

 

 

23 ottobre 2018, ore 16.30

Roma, Senato della Repubblica, Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro, Piazza Capranica, 72.

Segnalazione dai Soci – Convegno

Istituzioni politiche e mobilitazioni di piazza

Nell’ambito del convegno è stato presentato il volume, a cura di Andrea Ciampani e Domenico Maria Bruni, Istituzioni politiche e mobilitazioni di piazza, Rubbettino 2018.

Ne hanno discusso con i curatori: Francesco Bonini, Magnifico Rettore Università LUMSA; Ester Capuzzo, Professore ordinario di storia contemporanea, Sapienza Università di Roma; Giancarlo Giorgetti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri; Tommaso Nannicini, Senatore della Repubblica, e Gaetano Quagliariello, Senatore della Republica.

 

 

 

 

 

 

16 ottobre, ore 10.00

Roma, Sapienza Università di Roma, Rettorato, Aula Organi Collegiali, Piazzale Aldo Moro 5.

Convegno

In collaborazione con: Sapienza Università di Roma, Università per l’Europa, Federazione unitaria italiana scrittori (FUIS).

William Penn. Fondatore della Pennsylvania, progenitore del Parlamento Europeo. L’attualità del padre fondatore inglese del pacifismo e del federalismo a 300 anni dalla scomparsa.

Moderatori: professori Francesco Gui e Giovanni Luciani (Sapienza Università di Roma).

Programma:

10.00 Indirizzi di saluto: Eugenio Gaudio, Rettore, Sapienza Università di Roma; Natale Antonio Rossi, Presidente Fuis; Alessandro Saggioro, dottorato in Storia dell’Europa.

10.20 Andrew Murphy, professore di Scienze Politiche, Rutgers University, New Jersey, William Penn after 300 Years: his Life and Legacy.

11.00    Daniele Archibugi, Direttore, IRPPS-CNR, professore di Innovation,

Governance and Public Policy, Birkbeck College, Università di Londra, La modernità del Parlamento Europeo di William Penn.

11.30 Intervallo

11.45 Peter Van den Dungen, Coordinatore Generale, Rete Internazionale dei Musei per la Pace; professore Emerito di Studi sulla Pace, Università di Bradford, GB: Not Only Europe, also America. William Penn Governor of Pennsylvania and Friend of the Natives.

12.15 Andrew Lane, Direttore del Quaker Council for European Affairs, Bruxelles, Quaker European Work Today.

12.45 Dibattito. Intervento di Paolo Armellini, professore di Storia delle dottrine politiche, Sapienza Università di Roma.

13.15  Conclusioni.

 

15.30 Seminario presso la Camera dei Deputati, Sala della Sacrestia, p.za Campo Marzio, 42. Intervento di Gea Schirò, Institutional Relations e membro del Senior Board della NATO Foundation, Dalla Paneuropa all’Unione europea.

 

 

 

 

10 ottobre, ore 16.30

Roma, Fondazione Marco Besso – Largo di Torre Argentina, 11 

Storytelling, Le Storie siamo noi. Anteprima della Giornata Europea della Cultura Ebraica.

In occasione della riapertura nel suo centenario della ristrutturata e rifondata Fondazione Marco Besso. 

Modera: Ambra Tedeschi.

Programma:                                          

16.30 Saluti istituzionali: Luca De Mata, La Fondazione Besso (Centro di accoglienza e scambio); Syra Fatucci, Lo Storytelling e la Giornata europea della Cultura Ebraica; Riccardo Calimani, Marco Besso e il suo tempo; Lucio Caracciolo, La politica nell’epoca di Marco Besso; Luca Fiorentino, Palazzo Besso e la Roma dei cambiamenti urbanistici; Una storia da raccontare, letture a cura di Graziano Sonnino; Breve presentazione del Palazzo e delle collezioni, a cura di Carla Rivolta.

Ore 19.30 Aperitivo.

Ore 20.30 Gracia La Señora, spettacolo di Evelina Meghnagi con Arnaldo Vacca e Cristiano Califani.

 

28 settembre, ore 16

Ciclo di lezioni magistrali sulla giustizia – 4

Sulmona, Tribunale, piazza Giuseppe Capograssi 1

In collaborazione con: Fondazione Giacomo Matteotti, Università Unitelma di Roma, Fondazione nazionale Giuseppe Capograssi, Fondazione di studi storici Filippo Turati, Fondazione per lo Studio del Diritto penitenziario e con: Tribunale, Camera Penale e Ordine degli Avvocati di Sulmona.

Giustizia tra diritto e politica

Relatore: Luciano Violante, Presidente della Fondazione Italiadecide, Presidente emerito della Camera dei deputati.

Discussants: Gaetano Edoardo Napoli, Direttore del Dipartimento di scienze giuridiche ed economiche, Università Unitelma Sapienza, e Vincenzo Mongillo, docente di diritto penale, Università Unitelma Sapienza.

 

 

6 luglio 2018, ore 17.30

Roma, Biblioteca Angelica, Piazza di S. Agostino, 8

Cenacolo delle Arti

Inaugurazione della III edizione della Mostra collettiva Artisti per l’Utopia,

dal titolo: Mondi futuri, a cura di Carla Benocci.

Mostra collettiva di artisti affermati e personalità emergenti, in collaborazione con Biblioteca Angelica e Galleria Astrolabio.

Saluti introduttivi di: Fiammetta Terlizzi e Antonio Casu. Interventi: Franco Salvatori, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”; Carla Benocci, Il Cenacolo di Tommaso Moro.

Ha moderato: Sara Garofalo.

E’ seguita la visita guidata alla Mostra, a cura di Tamara Cibei e Daniela Mercuri, Galleria Astrolabio.

 

29 giugno, ore 16

Ciclo di lezioni magistrali sulla giustizia – 2

Sulmona, Tribunale, piazza Giuseppe Capograssi 1

In collaborazione con: Fondazione Giacomo Matteotti, Università Unitelma di Roma, Fondazione nazionale Giuseppe Capograssi, Fondazione di studi storici Filippo Turati, Fondazione per lo Studio del Diritto penitenziario e con: Tribunale, Camera Penale e Ordine degli Avvocati di Sulmona.

La Giustizia di fronte ai fenomeni migratori

Relatore: Giovanni Salvi, Procuratore Generale di Roma.

Discussants: Mario Carta, docente di diritto europeo dell’immigrazione, Università Unitelma Sapienza, e Guido Bolaffi, sociologo e direttore della rivista“West”.

 

8 giugno, ore 16

Ciclo di lezioni magistrali sulla giustizia – 1

Sulmona, Tribunale, piazza Giuseppe Capograssi 1

In collaborazione con: Fondazione Giacomo Matteotti, Università Unitelma di Roma, Fondazione nazionale Giuseppe Capograssi, Fondazione di studi storici Filippo Turati, Fondazione per lo Studio del Diritto penitenziario e con: Tribunale, Camera Penale e Ordine degli Avvocati di Sulmona.

La giustizia, diritto e nuove tecnologie

Relatore: Angelo G. Sabatini, docente di filosofia politica, Presidente della Fondazione Matteotti.

Discussants: Angelo Airaghi, docente di economia e tecnologia dei processi produttivi, Università Tor Vergata Roma 2, e Vincenzo Mongillo, docente di Diritto penale, Università Unitelma Sapienza.

 

5-7 giugno 2018, ore 18.00

Roma, Galleria Angelica

Segnalazione dai Soci

Inaugurazione della Mostra Colpi di mano, 60 sculture di Vittorio Pavoncello.

Performance di danza “Anima”, da Sant’Agostino – “Dramaturg danza” di Gaia Clotilde Cheternich – Trio di danzatori Allievi del Corso Professionale di Danza Contemporanea del Balletto di Roma.

Hanno scritto sulla mostra, tra gli altri: Fiammetta Terlizzi, direttrice della Biblioteca Angelica di Roma, e Carla Benocci, storica dell’arte della Soprintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma.

 

5 giugno 2018, ore 10.00

Roma, Camera dei deputati, Palazzo Montecitorio, Sala della Regina.

Convegno

L’Italia nella prima guerra mondiale. 1918, l’anno della vittoria.

Introduzione: Franco Marini. Modera: Michela Ponzani. Interventi di: Gustavo Corni, Lo scenario internazionale. Il 1918; Daniele Ceschin, Dal Piave a Vittorio Veneto: le operazioni militari; Mario Isnenghi,  L’Italia di Vittorio Veneto e la vittoria smarrita.

Tavola rotonda

L’eredità della Grande Guerra

Relatori: Ester Capuzzo, L’impatto istituzionale e normativo nei territori annessi; Giovanna Procacci, 1918, opinione pubblica, opinione popolare e stati d’animo; Maurizio Ridolfi, Liturgie civili e narrazioni; Angelo Ventrone, Grande guerra e fascismo.

 

27 maggio 2018, ore 19.00

Lecce, Istituto di Cultura e Lingue “Marcelline”,Viale Otranto 67

A cura di CESRAM-Centro Studi Relazioni Atlantico-Mediterranee.

Presentazione del libro

a cura di Giuliana Iurlano, Lorella Ingrosso, Loredana Marulli, La Grande Guerra in Terra d’Otranto, Esperidi 2018.

 

27 maggio 2018, ore 17.30

Roma, via Ulisse Aldrovandi, 16, Sala Italia

Cenacolo

Raighinas (Radici) – Ciclo di incontri su personaggi politici sardi

In collaborazione con: Associazione “Il Gremio”

Ricordo di Felice Crespo (primo presidente dell’Associazione dei Sardi di Roma nel 1910) e Mariano Pintus (Presidente del Gremio dal 1973 al 1980)

Ha presieduto: Antonio Maria Masia, Presidente del Gremio e dell’Unione Associazioni Regionali di Roma e del Lazio (UNAR). Relatori: Antonio Casu, Carlo Curti Gialdino, Antioco Pintus e Mario Segni.

E’ seguita la presentazione del libro di Gianni De Candia La Grande Diaspora, Edizioni Carlo Delfino.

Laura Pisano alla chitarra ha eseguito alcuni brani musicali, tratti dai suoi spettacoli.

 

Sabato 26 maggio 2018, ore 10

Cenacolo delle Arti – SFIDE AL POTERE a cura di Carla Benocci

Villa Sciarra al Gianicolo e l’Istituto Italiano di Studi Germanici, Via Calandrelli 25.

L’attuale Villa Sciarra è costituita da due ville degli inizi del Seicento unite dal cardinale Antonio Barberini: la Villa Mignanelli, corrispondente in linea generale al nucleo centrale della villa attuale, e la Villa Malvasia, da dove Galilei ha effettuato l’esperimento del cannocchiale, inquadrando efficacemente dal Gianicolo la basilica di S. Pietro, villa quest’ultima in gran parte modificata e ora nei giardini dell’American Academy. La Villa Mignanelli-Sciarra è stata rinnovata nel sesto decennio del Seicento su commissione del  cardinale Barberini ad opera del grande pittore e architetto Andrea Sacchi, che ha realizzato un giardino-frutteto dotato di una ripida salita verso il Casino, inteso come percorso di virtù in un profumato Paradiso, fino alla nuova loggia annessa all’edificio: in quest’ultima sono state scoperte le pitture barberiniane di gusto classico, percepibili in saggi inediti e mai osservati finora. La vista dal terrazzo del Casino è superba e domina l’intera città. La villa ha subito traversie molteplici: i danni delle truppe francesi nel 1849 sono stati rilevanti, nel tentativo di sconfiggere i garibaldini asserragliati a Villa Spada; ancora più dannosa la lottizzazione di gran parte della villa ad opera del principe Maffeo Barberini Colonna di Sciarra, alla fine dell’Ottocento. Tuttavia, indiscusso è rimasto il fascino del giardino, dove Gabriele D’Annunzio ha ambientato il duello di Andrea Sperelli ne “Il piacere”. Prima del passaggio al Comune di Roma nel 1930, gli ultimi proprietari, gli americani Wurts, hanno conferito al giardino un gusto eclettico, disseminando statue e fontane della fine del Seicento, provenienti dal castello Visconti a Brignano Gera d’Adda, con soggetti mitologici. La visita si è svolta nel Casino, sede dell’Istituto Italiano di Studi Germanici, che ha aperto per l’associazione, e nel giardino (durata circa 2 ore).

 

24 maggio 2018, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala Conferenze, Largo di Torre Argentina 11, primo piano

Presentazione del libro

Francesca Brezzi, Gioco senza regole. Homo ludens tra filosofia, letteratura e teologia, Castelvecchi 2018.

Relatori: prof. Angela Ales  Bello e prof. Adriano Fabris. Coordina: prof. Massimo De Angelis

Presente l’Autrice.

 

22 maggio 2018, ore 17.30

Presentazione del libro

Benito Perrone, Il Cibo. Respiro dell’anima, energia per la vita, nutrimento della pace. I lasciti di Expo 2015, Rubbettino 2017.

Saluto: Antonio Casu.

Ha introdotto e moderato: Fabrizio Ciapparoni, Consiglio centrale dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani – presidente dell’Unione Romana.

Relatori: Luciano Violante, Presidente emerito della Camera dei Deputati; S.E. Silvano M. Tomasi, Nunzio apostolico, membro del Dicastero dello sviluppo umano integrale.

Presente l’Autore.

 

22 maggio 2018, ore 15

Roma, Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Scienze documentarie linguistico-filologiche e geografiche, Facoltà di Lettere e Filosofia, Aula di Archivistica, Piazzale Aldo Moro 5

Ciclo “Gli Archivi della Memoria”

Conferenza

Ester Capuzzo, L’esodo da Fiume nelle carte dell’Archivio Storico Fiumano.

 

17 maggio 2018, ore 16.30

Roma, Istituto Luigi Sturzo, Palazzo Baldassini, Sala rossa, Via delle Coppelle, 35

Segnalazione dai Soci – Conferenza

Ciclo di seminari su Popolarismo e populismo a cura dell’Istituto Luigi Sturzo.

Populismo e multiculturalismo

Relatore: Paolo Armellini, Sapienza Università di Roma.

 

 

16 maggio 2018, ore 17.00

Roma, Casa del Ricordo, via di San Teodoro, 72 

Ciclo degli incontri “Conversazioni sull’Adriatico Orientale”, a cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia di Roma (ANVGD).

Presentazione del libro

Marina Silvestri, Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l’identità rimossa, LEG 2017.

Relatori: Ester Capuzzo e Donatella Schurzel.

 

3 maggio 2018, ore 17.30

Roma, Istituto Luigi Sturzo, Palazzo Baldassini, Sala rossa, Via delle Coppelle, 35

Presentazione del libro

Sergio Belardinelli, L’ordine di Babele. Le culture tra pluralismo e identità, Rubbettino 2018.

Relatori: Luca Diotallevi, Università di Roma Tre; Guido Gili, Università del Molise; Giulio Meotti, Il Foglio. E’ intervenuto l’Autore.

 

12 aprile 2018, ore 16.30

Roma, Istituto Luigi Sturzo, Palazzo Baldassini, Sala rossa, Via delle Coppelle, 35

Segnalazione dai Soci-Ciclo di seminari su Popolarismo e populismo a cura dell’Istituto Luigi Sturzo.

Populismo e multiculturalismo

Relatore: Paolo Armellini, Sapienza Università di Roma.

 

10 aprile 2018, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala Conferenze, Largo di Torre Argentina 11, primo piano.

In collaborazione con: Istituto Storico per il Pensiero Liberale Internazionale (ISPLI), Centro Studi e Ricerche Tocqueville-Acton, Scuola di Liberalismo e Piemontesi a Roma.

Presentazione del libro

Andrea Frangioni, Francesco Ruffini. Una biografia intellettuale, il  Mulino 2017.

 

6 aprile 2018, ore 16.00

Sulmona, Tribunale, piazza Giuseppe Capograssi 1

In collaborazione con: Fondazione Giacomo Matteotti, Università Unitelma di Roma, Fondazione nazionale Giuseppe Capograssi, Fondazione di studi storici Filippo Turati, Fondazione per lo Studio del Diritto penitenziario e con: Tribunale, Camera Penale e Ordine degli Avvocati di Sulmona.

Convegno

La crisi dello Stato democratico attraverso il disagio delle istituzioni

Indirizzi di saluto: Giorgio Di Benedetto, Presidente del Tribunale di Sulmona; Giuseppe Bellelli, Procuratore della Repubblica di Sulmona; Uberto Di Pillo, Presidente della Camera penale di Sulmona; Pier Carlo Cirilli, Vicepresidente dell’Ordine degli Avvocati di Sulmona.

Ha presieduto: Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti.

Sono intervenuti: Lando Sciuba, Presidente della Fondazione per lo Studio del Diritto penitenziario; Antonio Casu, Presidente del Cenacolo di Tommaso Moro; Luciano Pellicani, Università LUISS; Mario Carta, Università Unitelma Sapienza; Tito Lucrezio Rizzo, giurista e storico delle istituzioni.

Ha concluso: Alberto Aghemo, Vicepresidente della Fondazione Giacomo Matteotti

Nel corso del Convegno è stata presentato il volume: Democrazia, istituzioni e consenso. Segni e significati di una crisi, edito dalla Fondazione Giacomo Matteotti.

 

 

Relatori: Piero Craveri, Presidente Fondazione Biblioteca Benedetto Croce; Flavio Felice, Università degli studi del Molise; Rocco Pezzimenti, LUMSA. Ha presieduto e moderato: Luigi Compagna, Presidente ISPLI.

 

5 aprile 2018, ore 16.30

Roma, Istituto Luigi Sturzo, Palazzo Baldassini, Sala rossa, Via delle Coppelle, 35

Segnalazione dai Soci – Ciclo di seminari su Popolarismo e populismo a cura dell’Istituto Luigi Sturzo.

Le basi sociali del populismo

Relatore: Maurizio Serio, Università Guglielmo Marconi.

 

Sabato 10 marzo 2018, ore 14

Cenacolo delle Arti – SFIDE AL POTERE a cura di Carla Benocci

Il drago che domina Roma: Villa Mondragone a Monteporzio Catone

Apertura straordinaria per il Cenacolo

La villa, posta su importanti resti di una villa romana dei Quintili del II secolo d. C., i cui pavimenti rimessi in luce affiorano nella sale attuali, è stata il luogo di promulgazione dell’attuale calendario gregoriano. Il nome deriva infatti da due draghi araldici, di papa Gregorio XIII Boncompagni, cui si deve il calendario, e dei successivi proprietari Borghese, dotati dell’aquila e del drago come emblemi araldici. La villa, frutto dell’unione di varie proprietà, sorge su un’altura dominante le pendici dei colli verso Roma. Autore del rinnovamento dal 1567 è il cardinale Marco Sittico Altemps, austriaco d’origine e parente stretto del pontefice Pio IV Medici, che incarica dell’opera Martino Longhi  il Vecchio. Nelle fontane della villa introduce decorazioni di gusto nordico, così come particolari sono quelle della cappella e delle successive pitture dei saloni.  Una profonda trasformazione si deve al cardinale Scipione Borghese, che, oltre a introdurre bizzarri camini e un giardino segreto, rinnova il grande giardino con un magnifico teatro all’aperto, da poco restaurato.

 

24 febbraio 2018, ore 10

Cenacolo delle Arti -SFIDE AL POTERE a cura di Carla Benocci

Visita guidata della Villa Farnesina del “magnifico” Agostino Chigi, in via della Lungara 230: il mito del Rinascimento.

Il luogo, che ha ispirato mecenati e artisti fino ad oggi, sintetizza il mito dell’uomo nuovo rinascimentale, predestinato a conquistare il mondo e insieme a dominare le proprie passioni e la natura, artefice del proprio destino. Il celebre edificio, commissionato dal banchiere senese a Baldassarre Peruzzi, presenta le celeberrime pitture di Raffaello e della sua scuola, di Sebastiano del Piombo, dello stesso Peruzzi e del leonardesco Sodoma: la bella Galatea, l’oroscopo del committente, la  divertente selezione di piante mediterranee e delle nuove piante americane dipinte da Giovanni da Udine nella loggia di Amore e Psiche, la sala delle prospettive e quella dedicata ad Alessandro Magno. In occasione della mostra aperta al primo piano, dedicata ai “colori della prosperità”, alcune sale sono state aperte al pubblico per la prima volta. Nello spazio antistante l’ingresso sono messe a coltura piante di agrumi, riprodotte negli affreschi interni di Giovanni da Udine.

 

21 febbraio 2018, ore 17.00

Roma, Camera dei deputati, Sala del Refettorio.

Segnalazione dai Soci – Presentazione del libro

Pier Luigi Ballini: Debito pubblico e politica estera all’inizio del ’900. Luigi Luzzatti e la conversione della rendita del 1906, Istituto veneto di Scienze, Lettere ed arti, Venezia 2017.

Prefazione di Antonio Patuelli.

Relatori: Antonio Patuelli, Guido Pescosolido, Luca Riccardi. Sono intervenuti: Fabio Grassi Orsini e Michele Bagella. E’ intervenuto l’Autore.

 

16 gennaio 2018, ore 14.30-18.00

Roma, Università Guglielmo Marconi, Facoltà di Scienze Politiche, Aula Magna.

Segnalazione dai Soci – Convegno

Gli studi politici nella società che cambia

Apertura dei lavori: Raffaele Chiarelli, Preside Facoltà di Scienze Politiche Università Guglielmo Marconi.

Relatori: Fulco Lanchester, Gli studi politici tra passato e futuro; Riccardo Maiolini, Il futuro del lavoro e il “manager della connessione”.

Prima sessione: Gli studi politici e le istituzioni.

Interventi di: Antonio Casu e Giovanni Vittorio Maria Donato. Ha moderato: Mario Ciampi.

Seconda sessione: Gli studi politici e il settore privato.

Interventi di: Carlo Borgomeo, Paolo Di Bartolomei, Gabriele Giugliano. Ha moderato: Patrizia Beraldi.

 

25 gennaio 2018, ore 17.00 

Roma, Senato della Repubblica, Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro.

Ad iniziativa di: sen. Emma Fattorini, in collaborazione con Konrad Adenauer Stiftung e Istituto Italiano di Studi Germanici.

Segnalazione dai Soci – Tavola rotonda

Perché una economia regolata per l’Europa?, a partire dal libro Ordoliberalismo e globalizzazione, a cura di Massimo De Angelis e Flavio Felice.

Indirizzo di saluto: Roberta Ascarelli e Caroline Kanter.

Relatori: Rocco Buttiglione, Flavio Felice, Francesco Forte, Luigi Zanda.

Ha moderato: Massimo De Angelis.

 

15 dicembre 2017, ore 17.30

Roma, Libreria Enoarcano

In collaborazione con: Associazione internazionale critici letterari (AICL).

Cenacolo letterario

Alla riscoperta di Tolkien.

Sono intervenenuti: Andrea Monda, Maurizio Serio e Alessandro Zaccuri. Coordina: Maurizio Serio

Sono seguiti la cerimonia di consegna dei Diplomi di Socio Onorario e il consueto Brindisi di Natale di auguri per il Nuovo Anno.

 

7 dicembre 2017, ore 16.30

Roma, Nuvola di Fuksas

visita guidata e illustrazione della Nuvola da parte dell’Arch. Fabio Iannotta 

ore 17.30, Nuvola di Fuksas, Sala Venere

In collaborazione con: Associazione internazionale critici letterari (AICL).

Presentazione del libro

Antonio Casu

La Memoria e il Sacro. Appunti di viaggio nella letteratura del primo Novecento.

Nemapress 2017.

Interventi di: Gerardo Bianco, Rocco Pezzimenti e Angelo G. Sabatini.

Ha moderato: Neria De Giovanni.

 

 

Roma, 28 novembre 2017,  ore 17,30

Roma, Fondazione Besso, Sala Conferenze, Largo di Torre Argentina 11

Presentazione del libro

 Méditerranée, mondialisation, démocratisation.

Hommage à Paul Vieille (1922-2010)

Geuthner, Paris 2017.

Ha introdotto: Laura Pisano.

Interventi di: Evelyne Accad, Gerardo Bianco,  Lucio Caracciolo, Maria Sofia Corciulo, Wasim Dahmash, Christiane Veauvy.

Prefazione di Alain Touraine, postfazione di Edgar Morin.

 Scritti di: Christiane Veauvy, Évelyne Accas, Bernard Hourcade, Laënnec Hurbon, Darius Spieth, Jacques Jenny,

Pirouz Eftékhari, Gilbert Grandguillaume, Renate Siebert, Christine Fauré, Kamel Chachoua, Éliane Dupuy, Beth Stafford, Eric Hooglund, Henri Bresc, Michel Marié, Nourredine Abdi, Emanuel Rota, Asef  Bayat, Rabeh Sebaa, Cynthia C.

Hahn, Behrooz Ghamari-Tabrizi, Roger Naba’a, Clare Brandabur, Laura Pisano, Bianca Maria Scarcia Amoretti, Farhad Khosrokhavar, Iradj Sobhani, François

Zabbal, Miriam Cooke, Abol-Hassan Bani-Sadr, John Ireland, Joseph Alagha, Sonia Dayan-Herzbrun, Wanda Dressler, Ladan Taghian Eftékhari, Bruce Lawrence.

 

Roma, 27 novembre 2017,  ore 16,30

Istituto della Enciclopedia italiana, Sala Igea, Piazza della Enciclopedia Italiana, 4.

In collaborazione con: Fondazione Pietro Nenni.

Presentazione del libro

Cesare Salvi, Teologie della proprietà privata, Rubbettino 2017.

Interventi di: Giorgio Benvenuto, Salvatore Biasco, Francesco D’Agostino, Maria Rosaria Ferrarese, Giuseppe Grisi. Ha coordinato: Antonio Casu

E’ intervenuto l’Autore.

 

Roma, 21 novembre 2017,  ore 17,30

Istituto Luigi Sturzo, Sala Rossa, via delle Coppelle 35

Cenacolo

Democrazia e memoria, tavola rotonda a partire dal libro di Luciano Violante Democrazia senza memoria, Einaudi 2017.

Ha introdotto: Nicola Antonetti, Presidente dell’Istituto Luigi Sturzo. Interventi di: Massimo Luciani, Università La Sapienza; Giovanni Orsina, LUISS; e Rocco Pezzimenti, LUMSA.

E’ intervenuto l’Autore.

 

Roma, 10 novembre 2017,  ore 17,30

Istituto della Enciclopedia italiana, Sala Igea, Piazza della Enciclopedia Italiana, 4.

In collaborazione con: Associazione internazionale critici letterari (AICL) e Associazione nazionale Mezzogiorno d’Italia (ANIMI).

Cenacolo letterario

Grazia Deledda e le altre.

Omaggio alle donne che hanno vinto il premio Nobel per la letteratura.

In occasione dei 90 anni dall’assegnazione del Premio Nobel per la letteratura a Grazia Deledda (1927), il Cenacolo e l’AICL hanno ricordato tutte le scrittrici che hanno ricevuto la prestigiosa onorificenza:  la svedese  Selma Lagerlöf, la prima ad esserne insignita (1909), per proseguire con la norvegese Sigrid Undset (1928),  la statunitense Pearl S. Buck (1938),  la cilena Gabriela Mistral (1945),  la tedesca Nelly Sachs (1966), la sudafricana Nadine Gordimer (1991),  la statunitense Toni Morrison (1993)  la polacca Wisława Szymborska (1996), l’austriaca Elfriede Jelinek (2004),  l’inglese Doris Lessing (2007),  la tedesca Herta Müller (2009),  la canadese Alice Munro (2013), e la russa Swetlana Alexijewitsch (2015).

Hanno introdotto: Gerardo Bianco, Presidente dell’Associazione nazionale Mezzogiorno d’Italia e Neria De Giovanni, Presidente dell’Associazione internazionale critici letterari. Le attrici Ilaria Drago e Maria Inversi, con Neria De Giovanni, hanno letto brani tratti dalle opere delle scrittrici premi Nobel.

 

Roma, 3 ottobre 2017,  ore 14,30

Istituto Luigi Sturzo, Sala Rossa, via delle Coppelle 35

Segnalazione dai Soci- Seminario di studio

I diritti umani tra pretese e responsabilità

Indirizzo di saluto: Nicola Antonetti, Presidente Istituto Luigi Sturzo

Presidenza e introduzione: Emma Fattorini, Senato della Repubblica

Sono intervenuti:

  1. Giuseppe Vacca, Fondazione Gramsci; discussants: Alberto Gambino, Università Europea di Roma; Tommaso Valentini,  Università Guglielmo Marconi.
  2. Francesco D’Agostino, Università di Tor Vergata; discussants: Paolo Armellini, Università La Sapienza; Claudio Sartea, Università di Tor Vergata.
  3. Rocco Pezzimenti, LUMSA; discussants: Gabriella Cotta, Università La Sapienza; Tommaso Scandroglio, Università Europea di Roma.

Conclusioni: Vittorio Possenti, Università di Venezia

«Dopo “l’età dei diritti” di cui diceva N. Bobbio nel 1990, è nata l’età delle pretese: squilibrio tra l’esplosione dei diritti e l’elusione dei doveri, e liquefazione dell’idea di obbligazione. Il diritto (vero o supposto), separato dalla responsabilità ad esso inerente, diventa fattore di disgregazione e un’arma puntata contro l’altro. E’ una vacua idea che la libertà soggettiva basti a tenere unita una società.»

(Vittorio Possenti, Diritti umani. L’età delle pretese, Rubbettino 2017).

 

29 settembre 2017, ore 16.00

Camera dei deputati, Palazzo Theodoli, Sala delle conferenze, piazza del Parlamento 19

Segnalazione dai Soci-Convegno

Ragione e prassi nel decennale della beatificazione di A. Rosmini

Saluti di apertura: V. Nardin, M. Krienke, V. Parisi.

Ha introdotto e moderato: F. Mercadante. Relatori: R. Buttiglione, F. Maiolo, T. Valentini,

Erano presenti gli Autori: Don Riboldi, Mons. A. Russo, P. Armellini, G. Cantillo, N. Galantino, M. Ivaldo, M. Krienke, G. Nocerino, V. Parisi, R. Valle.

In occasione del convegno è stata presentata la versione cartacea del volume Rosmini nella prospettiva europea, a cura di V. Parisi, Edizioni Rosminiane, Stresa 2015.

 

21 settembre 2017, ore 17.30

Camera dei deputati, Sala del Refettorio, via del Seminario 76

In collaborazione con:

Fondazione Matteotti, Associazione ex parlamentari, Rivista di cultura Tempo Presente

 Presentazione del libro

L’Italia e gli italiani nella Grande Guerra. Politica, economia, arte e società (1915-1918), Rubbettino, 2016

 Quaderno n. 5 della Collana “Studi di storia e politica” della Fondazione Matteotti, a cura di E. Capuzzo, A. Casu e A. G. Sabatini.

 

Scritti di: A. Aghemo, Q. Antonelli, E. Capuzzo, A. Casu, G. Cotroneo, F. D’Angelo, F. Grassi Orsini, F. Margiotta Broglio, G. Melis, R. Pace, G. Pescosolido, L. Pisano, M. Pizzo, L. Riccardi, A. G. Sabatini, P. Simone, R. Ugolini, F. Venturini, P. Volpato.

Saluto introduttivo: Antonio Falomi.

Sono intervenuti: Luigi Compagna, Maurizio Degl’Innocenti, Emma Fattorini,  Guido Melis. Modera: Angelo G. Sabatini.

 

7 settembre 2017, ore 19.30

Concerti del Tempietto, Sala Baldini, piazza Campitelli 9

Cenacolo delle Arti

Rappresentazione teatrale: La regina e l’alchimista

Lettura/spettacolo di e con Anna Foa e Vittorio Pavoncello.

Violino: Marco Valabrega. Regia: Vittorio Pavoncello.

 

 13 luglio 2017, ore 15.09

Parigi, Gare de Lyon

Segnalazione dai Soci-Rappresentazione teatrale

Il Treno “Germaine de Staël”

Il TGV “Germaine de Staël”, a cura di Renzo Baldino,  direttore della Fondazione Othenin D’Haussonville – Chateau de Coppet, ha ospitato dibattiti ed iniziative sul tema del bicentenario, e sui protagonisti di quella fase politica. Il treno, partito dalle ore 15.09 dalla Gare de Lyon, è arrivato alle 19.40 alla Gare de Coppet, dove sono proseguiti gli spettacoli e le iniziative.

 

 12 luglio 2017, ore 17.00

Parigi, Hôtel de Galliffet

Segnalazione dai Soci-Conferenza

Daria Galateria, Madame de Staël e l’Italia, oggi

Nell’ambito del programma delle iniziative per il bicentenario della morte di Madame de Staël, organizzate dall’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, si è svolta la conferenza di Daria Galateria, curatrice dell’opera Dieci anni d’esilio. I Manoscritti criptati di Madame de Staël (2015), quinto volume della Collana Testimoni di libertà, curata da A. Casu. Galateria ha presentato Manuscrits dèguisés, un’edizione speciale dell’opera per il bicentenario  (Portaparole, 2017). A seguire si è svolto lo spettacolo teatrale “La Réconciliation”. Al termine, ricevimento offerto dagli Ambasciatori della Svizzera a Parigi, Bernardino e Maria Cristina Regazzoni.

 

 8 luglio 2016, ore 12.00

Roma, Galleria Angelica, Piazza di S. Agostino, 11

Cenacolo delle Arti

Rappresentazione teatrale: Cronaca dalle città invisibili di Vittorio Pavoncello, sul testo di Italo Calvino.

Con Vittorio Pavoncello (Marco Polo) e Giuseppe Alagna (Kublai Kan).

Regia di Vittorio Pavoncello.

 

7 luglio 2016, ore 17.30

Roma, Biblioteca Angelica

Cenacolo delle Arti

Inaugurazione della II edizione della Mostra collettiva Artisti per l’Utopia, dal titolo:

Scenografie urbane dell’utopia, a cura di Fabio Iannotta. 

Mostra collettiva di Laura Canali, Carlo Cecchi, Alberto Olivetti, Vittorio Pavoncello,  e degli Allievi dell’Accademia di Belle Arti di Roma, a partire dall’opera Le città invisibili di Italo Calvino. Saluti introduttivi di: Fiammetta Terlizzi, Costanza Barbieri e Antonio Casu. Interventi di: Fabio Iannotta, Claudia Federici e Carla Benocci. Ha moderato: Sara Garofalo. E’ seguita la visita guidata alla Mostra, a cura di Fabio Iannotta.

 

7 luglio 2017, ore 10.30

Roma, Camera dei deputati, Sala della Regina

Cenacolo delle Arti

Rappresentazione teatrale: Thomas More. L’opera ritrovata, a partire dal testo di W. Shakespeare, A. Munday, H. Chettle, T. Dekker, T. Heywood (1591). A cura de “La Compagnia bella”, regia di Otello Cenci, con Giampiero Pizzol, Andrea Carabelli, Andrea Soffiantini, Giampiero Bartolini, Isotta Ravaioli.

Sono intervenuti: Paola Binetti e Andrea Monda.

 

21 giugno 2017, ore 17.30

Roma, Camera dei deputati, Sala del Cenacolo, vicolo Valdina 3/A.

Cenacolo delle Scienze

Lectio magistralis di Bruno Coppi: Nuovi Cieli e Nuove Terre: quanto abbiamo imparato (e non compreso) dall’accesso allo spazio.

Ha introdotto: Flavia Piccoli Nardelli, Presidente della Commissione cultura della Camera dei deputati.

Discussant: Sergio Bernardini, docente di Biochimica Clinica, Università di Tor Vergata.

 

14 giugno 2017, ore 17.00

Roma, Associazione Nazionale per le banche Popolari, Sala verde, Piazza del Gesù 46

Cenacolo filosofico

La libertà assoluta e il “diritto alla morte”. Hegel su libertà e Terrore

Relatore: Luciano De Fiore, docente di storia della filosofia contemporanea presso La Sapienza – Università di Roma. Discussant: Matteo Sarlo. Ha coordinato: Massimo De Angelis.

 

24 maggio 2017, ore 17.30

Roma, Istituto Luigi Sturzo, Palazzo Baldassini, Sala Perin del Vaga.

Presentazione del libro

Giuseppe Azzaro, Il teorema della colpa necessaria. A venticinque anni da “Mani pulite”Educatt, Milano 2016.

Relatori: Gerardo Bianco e Luciano Violante. Ha coordinato: Massimo De Angelis. E’ intervenuto l’Autore.

 

25 maggio 2017, ore 18.00

Roma, Associazione Bancaria Italiana, Palazzo Altieri, Sala Verde.

In collaborazione con: Università degli studi di Roma Unitelma Sapienza

Cenacolo

Democrazia elettronica: un ossimoro?

Relatori: Donato Limone, Fernanda Faini, Daniele Cabras e Tommaso Edoardo Frosini. Ha coordinato: Raffaele Barberio.

 

27 aprile 2017, ore 17.30

Roma, Convento di Santa Maria sopra Minerva, Sala dei Papi, piazza della Minerva 42.

In collaborazione con: Fondazione Ratzinger

Cenacolo filosofico

Spunti per una Teologia della politica di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI

Relatore: Pierluca Azzaro. Discussant: Mario Ciampi. Ha coordinato: Massimo De Angelis.

 

12 aprile 2017, ore 17.30

Roma, Libreria Enoarcano

Cenacolo filosofico

Nietzsche, Heidegger e il problema del nichilismo

Relatore: Massimo De Angelis. Discussant: Marco Casu.

 

6 aprile 2017, ore 17.00

Roma, Fondazione Besso, Sala Conferenze

In collaborazione con: Fondazione Besso e Fondazione Matteotti

Presentazione del libro

Paolo Nasti, La autostima, processo mentale tra ragione e sentimento, Fontana di Trevi edizioni, 2016 (Premio Firenze – Fiorino d’argento 2016).

Ha introdotto: Angelo G. Sabatini. Relatori: Alberto Aghemo, Riccardo Capozzi, Anna Maria Curcio, Maria Grazia Marciani, Giorgio Pacifici e Guido Traversa. E’ intervenuto l’Autore.

 

10 febbraio 2017, ore 10.30

Roma, Biblioteca della Camera dei Deputati, Sala del Refettorio

Presentazione del libro

Paola BinettiMaternità surrogata: un figlio a tutti i costi” (Magi Editore, 2016).

Relatori: Livia Turco, Magda Di Renzo e Anna Maria Nicolò. Ha moderato: Luigi Amicone. E’ intervenuta l’Autrice.

 

8 febbraio 2017, ore 18.00 

Roma, Confedilizia, Sala Einaudi, Palazzo Bernini al Corso

Presentazione del libro

Carla BenocciIl Palazzo Sforza Cesarini a Santa Fiora (Effigi editore, 2016).

Relatori: Paolo Micalizzi, Francesco Petrucci, Donato Tamblé. E’ intervenuta l’Autrice.

 

2 febbraio 2017, ore 17.00

Roma, Campidoglio, Musei capitolini, Sala Pietro da Cortona

Presentazione del libro

Jean-Louis Bruguès O.P., Il cammino delle stelle. Colloqui spirituali (Rizzoli, 2016)

Relatori: Fausto Bertinotti e Giuliano Ferrara. E’ intervenuto SER card. Jean-Louis Tauran. Ha coordinato: Antonio Casu. Sono intervenuti: Giuseppe Lepore e Carola Penna. Gli attori Claudia Conte e Simone Amato hanno letto brani del libro.

 31 gennaio 2017, ore 17.30

Roma, Biblioteca della Camera dei Deputati, Sala del Refettorio, Via del Seminario 76

Presentazione del libro

Carla Benocci, I Giardini dei Minimi di S. Francesco di Paola. La fortuna europea dalla Calabria, a Roma, in Francia (Rubbettino Editore, 2016)

Relatori: p. Rocco Benvenuto e Luigi Zangheri. Ha coordinato: Giuseppe Lupo. Sono intervenuti: Mario Bozo e l’Autrice.

15 dicembre 2016, ore 17.30

Roma, Libreria Enoarcano, via delle paste 106

Cenacolo letterario

In collaborazione con: Associazione internazionale critici letterari

La modernità di Don Chisciotte tra illusione e realtà

Relatori: Gabriele Malinconico, Stefano Murgia e Luca Poggi, Consiglieri parlamentari della Camera dei deputati. Ha coordinato: Neria De Giovanni, presidente dell’Associazione internazionale dei critici letterari.

3 dicembre 2016, ore 18.30

Roma, Convento di Santa Maria sopra Minerva, Sala Capitolare, Piazza della Minerva, 42

Cenacolo

Thomas More e l’idea di Europa

Iniziativa inserita tra i “Pomeriggi alla Minerva”.

Relatore: Antonio Casu, Presidente del Cenacolo di Tommaso Moro. Ha introdotto: fr. Riccardo Lufrani OP, priore del Convento di Santa Maria sopra Minerva.

1 dicembre 2016, ore 17.30

Roma, Convento di Santa Maria sopra Minerva, Sala Capitolare, Piazza della Minerva, 42

Presentazione del libro

Carla Benocci, Antonio Casu e Gabriele Ingegneri (a cura di): Enrico VIII e lo scisma anglicano. Un manoscritto anonimo secentesco, Fontana di Trevi edizioni 2016

Relatori: Mario Ascheri, storico del diritto e delle istituzioni, Università Roma Tre; Francesco Gui, professore ordinario di storia moderna, Sapienza Università di Roma; Claudio Strinati, storico dell’arte. Ha coordinato: Rocco Pezzimenti, professore ordinario di storia delle dottrine politiche e di filosofia politica, Università LUMSA di Roma.

11 novembre 2016, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze, Largo di Torre Argentina, 11, primo piano

Presentazione del libro

Vittorio Pavoncello (a cura di): Shylock e il suo mercante, Aracne 2016 (scritti di: Daniela CarpiLaura ChiuselliAnna FoaStefano Levi della TorreSilvia MaiocchiDonatella Maria, Giovanna OrecchiaGiorgio PacificiUgo Pacifici NojaIvelise PerniolaElio Ugenti).

Relatori: Neria De Giovanni, presidente dell’Associazione internazionale dei critici letterari; Grazia Francescato, ambientalista, giornalista e politica; Giorgio Pacifici, sociologo. Ha moderato: Pier Luigi Gregori, giornalista.

Giovedì 29 settembre 2016, ore 17.00

Biblioteca apostolica vaticana, Sala Barberini

Cenacolo
Chiesa e memoria 

Relatore: S.E.R. Jean-Louis Bruguès O.P. Ha introdotto: Antonio Casu. Sono intervenuti: Gerardo Bianco, Luca Poggi e Vittorio Pavoncello.

6 luglio 2016, alle ore 18.00

Roma, Galleria Angelica

Cenacolo delle Arti

Inaugurazione della mostra collettiva Artisti per l’Utopia, in occasione del quinto centenario della pubblicazione di Utopia di Thomas More

Relatori: Fiammetta Terlizzi, Antonio Casu, Antimo Cesaro.

Introduzione alla mostra: Carla Benocci

In collaborazione con: Biblioteca Angelica e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, e con la partecipazione di Mediolanum Privat Banking.

La mostra, nella quale sono state esposte opere di Laura Canali, Carlo Cecchi, Carlo D’Orta, Alberta Grossi, Alberto Olivetti e Vittorio Pavoncello, è stata presentata nel prestigioso salone della Biblioteca Angelica, disegnato da Luigi Vanvitelli e rivestito dalla scaffalatura lignea di Nicola Fagioli, che ospita i circa centomila volumi del fondo antico. Qui, nel cuore della prima biblioteca europea aperta al pubblico, sono state esposte alcune preziose edizioni di opere del pensiero utopico.

 

9 maggio 2016, ore 18.30

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze

Cenacolo:

Migrazioni e diritti umani

Relatori: Lucio Caracciolo, Nicola Carlone, Oreste Foppiani, Michele Nicoletti. E’ intervenuta: Costanza Hermanin. Ha moderato: Laura Pacifici.

28 aprile 2016, ore 17.30

Roma, Sala della Clemenza, Palazzo Altieri

Cenacolo:

La posizione del risparmiatore nel mercato finanziario: diritti doveri tutele

In collaborazione con: Dipartimento di Economia della II Università di Napoli, Istituto per ricerche ed attività educative (I.P.E.) di Napoli, e con il Master di finanza avanzata promosso dall’Istituto.

Saluti introduttivi: Luca Poggi, Antonio Ricciardi e Mario Mustilli. Presentazione del convegno: Lucio Iannotta. Relatori: Paolo De Ioanna, Magda Bianco e Gianfranco Torriero. Ha moderato: Pier Luigi Gregori.

14 aprile 2015, ore 17.30

Roma, Libreria Enoarcano

Cenacolo letterario:

Letteratura dal carcere 

In collaborazione con: Associazione internazionale dei critici letterari

Presentazione dei volumi: Fabio Pierangeli (a cura di), Afferrare le redini di una vita nuova; Elena Zizioli e Antonella Cristofaro (a cura di), Il Sole e le Stelle nel Nido di Rebibbia; Massimo Simeone, Ultimo treno a Parigi. Hanno presentato: Sabino Caronia, Andrea Monda e Fabio Pierangeli. Ha moderato: Rocco Pezzimenti.

22 marzo 2016, ore 17.30

Roma, Libreria internazionale Paolo VI

Cenacolo:

Il segreto svelato

In collaborazione con: Associazione internazionale dei critici letterari

Recital di poesie tratte dal libro Cristo nella letteratura d’Italia, Libreria Editrice Vaticana, e guida all’ascolto di Neria De Giovanni. Ha introdotto: Antonio Casu. É intervenuto: Antonio Maria Masia.

3 marzo 2016, ore 10.30

Roma, Libreria Arion Montecitorio

Presentazione del volume:

Giorgio Pacifici (a cura di): Le maschere del male. Una sociologia, FrancoAngeli 2015

Relatori: Grazia Francescato e Juan Carlos Ossàndon. Ha moderato: Antonio Casu. Sono intervenuti il Curatore e gli Autori: Laura Dryanska, Ugo Pacifici Noja, Vittorio Pavoncello, Piero Pozzi e Adriano Purgato.

 

1 marzo 2016, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze

La colonna infame. La pena di morte nel pensiero moderno.

Relatori: Cesare Salvi, Antonio Casu, Cesare Mirabelli. Ha moderato: Pasquale Chessa.

18 febbraio 2016, ore 17.30

Roma, Libreria Arion Montecitorio, Piazza Montecitorio 59

Presentazione del volume:

Stefano Semplici: Costituzione inclusiva, Rubbettino 2015

Relatori: Giovanni Maria Flick e Marco Ruotolo. Ha moderato: Mario Ciampi. E’ intervenuto l’Autore.

4 febbraio 2016, ore 17.00

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze

Cenacolo:

La cittadinanza nell’epoca delle grandi migrazioni

In collaborazione con: Istituto per la Documentazione e gli Studi Legislativi (ISLE) e Italiadecide.

Relatori: Luca Muscarà, Vincenzo Lippolis, Michele Ainis, Andrea Giorgis. Ha presieduto: Luciano Violante.

 

15 dicembre 2015, ore 18.00

Roma, Libreria Enoarcano

Cenacolo letterario:

Il Potere e la Libertà. Una riflessione a partire dalle opere: Della servitù volontaria, di Étienne de La Boétie; Il Simulatore, di Frederick Forsyth; e Liberi servi, di Gustavo Zagrebelsky

In collaborazione con: Associazione internazionale critici letterari.

Sono intervenuti: Stefano Murgia, Luca Poggi e Antonio Casu. Ha coordinato: Neria De Giovanni.

27 ottobre 2015, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze

Presentazione del volume:

M.me de Staël: Dieci anni di esilio: I manoscritti criptati, introduzione e a cura di Daria Galateria, traduzione di Giorgio Pacifici, Fontana di Trevi Edizioni, 2015

In collaborazione con: Château de Coppet-Fondation Othenin d’Haussonville.

Relatori: Luigi Compagna e Rocco Pezzimenti. E’ intervenuta la Curatrice.

2 luglio 2015, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze

Presentazione del volume:

Giorgio Pacifici (a cura di): Le maschere del male. Una sociologia, FrancoAngeli, 2015

In collaborazione con: Il Cortile dei Gentili e Fondazione Matteotti.

Ha introdotto: Pier Luigi Gregori. Relatori: Angelo G. Sabatini e Patrizia Martinez. E’ intervenuto il Curatore.

8 giugno 2015, ore 17.30

Roma, Galleria del Primaticcio, Palazzo Firenze

Cenacolo:

Guerre di religione e interessi strategici

In collaborazione con: Comitato Atlantico e Team operativo Analisi della situazione politico economica del Business (TAB).

Hanno introdotto: Antonio Casu e Fabrizio Luciolli. Sono intervenuti: Giuseppe Cucchi, Samir Khalil Samir SJ e Stefano Silvestri.

21 maggio 2015, ore 17.30

Roma, Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Cenacolo:

Etica e diritto nella decisione pubblica

In collaborazione con l’Istituto per ricerche ed attività educative (IPE) di Napoli, e con il Master di finanza avanzata promosso dall’Istituto.

Hanno introdotto: Antonio Casu, Gaetano Vecchione e Roberto Bortot. Ha coordinato: Claudio Sardo. Relatori: Renato Balduzzi, Lucio Iannotta, Bernardo Giorgio Mattarella, Giovanni Salvi [tre crediti formativi riconosciuti dal Consiglio dell’Ordine Avvocati di Roma].

23 aprile 2015, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze

Presentazione del volume:

Cesare Salvi: Capitalismo e diritto civile, il Mulino, 2015

In collaborazione con la Fondazione Nenni e la Fondazione Matteotti.

Ha introdotto: Pier Luigi Gregori. Relatori: Pellegrino Capaldo, Pier Virgilio Dastoli, Marica Di Pierri e Stefano Rodotà. E’ intervenuto l’Autore.

19 marzo 2015, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze

Presentazione del volume:

Rocco Pezzimenti: Etica. Le sfide della modernità, Rubbettino, 2014

Ha introdotto: Massimo De Angelis. Relatori: Rocco Buttiglione e Michele Nicoletti. E’ intervenuto l’Autore.

16 dicembre 2014, ore 18.30

Roma, Enoarcano

Cenacolo:

Riflessi di Tommaso Moro nella cultura europea. Shakespeare, Pellico, Chesterton

Ha introdotto: Antonio Casu. Relatori: Luca Poggi e Maurizio Serio.

21 novembre 2014, ore 17.30

Roma, Fondazione Besso, Sala delle Conferenze

Presentazione del volume:

Pier Luigi Gregori: Questo piccolo grande schermo, Colosseo Editore 2014

Relatori: Massimo De Angelis, Luca De Mata, Gianpiero Gamaleri, Mario Morcellini e Angelo G. Sabatini. E’ intervenuto l’Autore.

30 ottobre 2014, ore 18.00

Roma, Camera dei deputati, Sala del Refettorio

Presentazione del volume:

Antonio Casu: Etica politica democrazia, Rubbettino 2014

In collaborazione con la Fondazione Matteotti e l’Istituto per gli studi e la documentazione legislativa (ISLE).

Ha introdotto: Angelo G. Sabatini. Relatori: Renato Balduzzi, Gerardo Bianco, Antonio Patuelli, Silvio Traversa, Luciano Violante. E’ intervenuto l’Autore.

4 giugno 2014, ore 19.00

Roma, Enoarcano

Cenacolo:

Etica, economia, finanza

In collaborazione con Il Cortile dei Gentili e la Pontificia Università Lateranense.

Ha introdotto: Antonio Casu. Relatori: Flavio Felice e Michele Calcaterra.

17 ottobre 2013, ore 20.30

Roma, Antica Biblioteca Valle

Cenacolo:

Le ragioni dell’etica: credenti e non credenti

In collaborazione con Il Cortile dei Gentili.

Ha introdotto: Antonio Casu. Relatori: p. Laurent Mazas e Cesare Salvi.

26 settembre 2013, ore 17.00

Roma, Camera dei deputati, Sala del Cenacolo

Presentazione del volume:

Rocco Pezzimenti: Il pensiero politico del XX secolo. La fine dell’eurocentrismo, Rubbettino 2013

Ha introdotto: Angelo G. Sabatini. Relatori: Francesco Malgeri, Matteo Luigi Napolitano, Cesare Salvi. E’ intervenuto l’Autore.

17 settembre 2013, ore 20.30

Roma, Enoarcano

Cenacolo:

Libertà e coscienza. L’eredità di Thomas More

Ha introdotto: Antonio Casu. Relatori: Michele Nicoletti e Paola Binetti.

9 novembre 2012, ore 11.00

Roma, Camera dei deputati, Sala Aldo Moro

Lectio magistralis di:

Giovanni Reale: Attualità dei messaggi dell’Utopia di Tommaso Moro

Ha presieduto: Antonio Leone. Sono intervenuti: Paola Binetti e Cesare Salvi.

26 luglio 2012, ore 18.00

Roma, Enoarcano

Cenacolo:

Etica e politica. Attualità di Thomas More

Ha introdotto: Antonio Casu. Relatori: Paola Binetti e Cesare Salvi.

8 maggio 2012, ore 17,30

Roma, Camera dei deputati, Sala delle Colonne

Antonio Casu: Il potere e la coscienza. Thomas More nel pensiero di Francesco Cossiga, Rubbettino 2011

Ha moderato: Pasquale Chessa. Relatori: Gerardo Bianco, Paola Binetti, Mario Ciampi, Giovanni Conso, Rocco Pezzimenti, Massimo Vari. E’ intervenuto l’Autore.

25 maggio 2011, ore 18.00

Roma, Associazione Nazionale fra le Banche Popolari

Cenacolo:

La ricerca della giustizia sociale. 1891-2011: centoventi anni dall’enciclica Rerum Novarum

Ha presieduto: Paola Binetti. Relatori: Rocco Buttiglione e Cesare Salvi

18 aprile 2011, ore 18.00

Roma, Associazione Nazionale fra le Banche Popolari

Cenacolo:

Pace e Multiculturalismo: nuove sfide dei diritti umani

Ha presieduto: Giovanni Conso. Relatrici: Paola Binetti e Maria Pia Garavaglia.

CONVEGNI E INIZIATIVE SEGNALATI DAI SOCI

15 ottobre 2015, ore 17.00

Pontificia Università della Santa Croce, Aula del senato accademico, Piazza Sant’Apollinare, 49

Presentazione del volume:

Paola Binetti: Cuestiones bioeticas en el contexto de la vida familiar

Interventi: Rocco Buttiglione, Francesco D’Agostino, Angel Rodríguez Luño e l’Autrice

28 settembre 2015, ore 17.30

Libreria ARION, Piazza Montecitorio.

Presentazione del volume:

Mario Berlinguer: Avanti, Sardegna!, pubblicato nel 1945

In collaborazione con: Il Gremio

Hanno introdotto: Antonio Maria Masia e Fabio Russo. Sono intervenuti: Bianca Berlinguer, Antonio Casu, Pasquale Chessa e Guido Melis. L’attrice Ilaria Onorato ha letto alcuni brani del libro.

27 novembre 2014, ore 16

Roma, Archivio di Stato di Roma, Sala Alessandrina

Presentazione dei volumi:

Carla Benocci: Uomini e donne illustri di casa Sforza. La collezione di ritratti, Associazione Dimore Storiche Lazio 2014

Carla Benocci: La pergola d’uva e il vino. Le vigne Sforza Cesarini a Roma e nel Lazio, Davide Ghaleb Editore 2014

27 novembre 2014, ore 9.00

Roma, Camera dei Deputati, Palazzo Montecitorio, Sala Aldo Moro.

Convegno: Nuovi orizzonti di dialogo in Medio-Oriente attraverso progetti sociali a carattere interreligioso. Sono intervenuti, tra gli altri: Paola Binetti, Jumana Trad, Marina Sereni, Pier Ferdinando Casini, Marco Tosatti, Lapo Pistelli; nonché: Sargis Ghazaryan, Ambasciatore dell’Armenia; Youssef El Khalil, fondatore e Presidente dell’Associazione ADR; Pascale Warda, Presidente di Hammurabi Human Rights Organization; Andrea Vigevani, Segretario generale dell’Istituto per la Cooperazione universitaria (ICU), e Fernando de Haro, giornalista.

ALTRI EVENTI

  1. Tavola rotonda: “Nuove proposte per rilanciare l’occupazione”, promossa con l’Associazione Nazionale Pier Giorgio Frassati e la Federazione CISL Università (referente: Mario Ciampi). Roma, Università di Roma La Sapienza, 28 settembre 2015
  2. Partecipazione al gruppo di lavoro in materia di formazione socio-politica nel “Forum cultura pace vita” (referente: Mario Ciampi). Roma, 15 settembre 2015
  3. Santa Messa per i cristiani di Mosul. Roma, Chiesa di San Gregorio Nazanzieno, 30 luglio 2014
  4. Presentazione del progetto “Insieme nella città”, a cura del “Forum cultura pace vita” (relatore: Mario Ciampi), Roma, Teatro Argentina, 30 settembre 2013
  5. Veglia di preghiera in occasione della giornata di digiuno e preghiera per la pace nel mondo. Roma, Piazza S. Pietro, 7 settembre 2013

 

CENACOLO DELLE ARTI

9 MAGGIO 2015, ORE 11.00

Un folto gruppo di amici del Cenacolo ha visitato la mostra curata da Carla Benocci Uomini e donne illustri di casa Sforza. La collezione di ritratti, aperta nel Palazzo Sforza Cesarini di Genzano. Erano esposti novanta ritratti, databili dal Seicento alla metà dell’Ottocento, dei membri di casa Sforza, mai usciti prima dal Palazzo della Cancelleria Vecchia a Roma, residenza della stessa famiglia. La visita alla eccezionale collezione, dal chiaro intento politico oltre che artistico, è stata illustrata dalla curatrice, e si è svolta con gli auspici del sindaco Flavio Gabbarini e dell’assessore alla cultura Virginio Melaranci. Il gruppo, che si è soffermato a pranzo a Genzano, ha effettuato anche una visita guidata al sottostante parco Sforza Cesarini, affacciato sul lago di Nemi.

25 NOVEMBRE 2014, ORE 17,30

Roma, Museo Napoleonico, piazza di Ponte Umberto I, 1.

Inaugurazione della Mostra Madame de Staël. Dieci anni di esilio. Esposizione delle prime versioni manoscritte e della prima stampa dell’opera Dieci anni d’esilio di Madame de Staël (gentilmente concessa in prestito da Château de Coppet – Fondation Othenin d’Haussonville).

Sono intervenuti: Antonio Casu, Daria Galateria, Giorgio Pacifici, Ruth Theus Baldassarre. Con il patrocinio de: Il Cenacolo di Tommaso Moro, Ambasciata di Svizzera, Château de Coppet, Comune di Roma, Museo Napoleonico, Fontana di Trevi Edizioni.

 

 

 

Annunci
  • EDITORIALE

    Tommaso Moro e l’Utopia necessaria. Un’altra idea di Europa.

    di Antonio Casu

    Sono trascorsi cinquecento anni dalla pubblicazione, a Lovanio, della prima edizione di «Utopia» di Thomas More, uno dei pochi libri, è stato scritto, che ha davvero inciso sulla storia del mondo. Eppure, nel tempo, il termine Utopia ha finito per assumere una prevalente connotazione negativa. La si è spesso intesa come sinonimo di ideale astratto, di chimera irraggiungibile, contrapposto ad una visione concreta e realistica della società e della storia. Neppure ha giovato alla considerazione del termine l’uso che ne hanno fatto ideologie e teorie politiche dei secoli recenti, che hanno finito per trasformare la promessa di una società migliore, o addirittura perfetta, in regimi oppressivi e totalitari.
    In sostanza, si è finito per ricondurre l’Utopia a progetti velleitari oppure a pericolosa illusione, oppio della ragione. Così, alcuni l’hanno demonizzata, come Solgenitzsin, che la riteneva l’origine delle dittature contemporanee, o Popper, che la riteneva inscindibile dalla violenza, o Berlin, critico del presunto desiderio di perfezione che sarebbe insito nell’Utopia sociale. Altri hanno tentato di appropriarsene, come Marx il quale, privilegiandone gli aspetti di critica sociale dell’Inghilterra del suo tempo annoverava Tommaso Moro tra i precursori del comunismo.
    Ma naturalmente non si possono attribuire all’opera di More le conseguenze delle degli usi e delle interpolazioni storiche successive. «Utopia» è invero una costruzione allegorica, dunque a più livelli di lettura. Un racconto non vero, ma verosimile, in cui alla fine il verosimile ci indica il vero.
    Non un solo particolare, nel libro, è irrilevante. La storia è raccontata da una voce narrante, Raffaele (il nome dell’Arcangelo che significa Dio guarisce) Itlodeo (il cui etimo Izlos daíein significa raccontatore di bugie, burlone). Itlodeo, un navigatore esperto, che aveva navigato con Vespucci, racconta di una terra che era in origine una penisola chiamata Abraxa (ábrektos, su cui non piove, spiegava Lupton) collegata alla terraferma da un istmo che il suo conquistatore Utopo fece resecare, e che quindi da lui prese il nome di Utopia (ou-tópos, non luogo), e che in precedenti stesure del libro era indicata come Nusquama (nusquam, in nessun luogo) ed anche Eutopia (eu-tópos, luogo felice).
    L’isola che non c’è aveva come una capitale denominata Amauroto (città fantasma), era attraversata dal fiume Anidro (senz’acqua), governata dal principe Ademo (senza popolo), amministrata da Tranibori (tranós borós – vistosi mangiatori) e da Sifogranti (sýfos ghérontes – anziani altezzosi), difesa da Zapoleti (zoe poléin –  mercenari), e aveva per vicini Acori (akóros – senza terra) e Polileriti (polús-lérosítes – nativo di molte ciance), e via dicendo. Thomas More ci dice, dunque, che la fondazione dell’Utopia comporta la scelta di tagliare i ponti con il passato; di superare il limes della terraferma delle nostre convinzioni e abitudini, e delle illusorie certezze; di inoltrarsi nel mare aperto della conoscenza, empirica e spirituale. Solo così si potrà aspirare a giungere all’isola felice della libertà e del buon governo.
    Ed inoltre, se l’Utopia risiede in un luogo felice che non sta in nessun luogo, e dunque in nessun luogo può sussistere un luogo davvero felice, allora non trova fondamento alcuno l’attesa messianica della perfezione in terra, l’aspettativa di raggiungere una società perfetta. Vi è solo il diritto-dovere di migliorare il mondo, in ogni luogo e condizione. Cominciando da noi stessi.
    L’Utopia di Tommaso Moro è in realtà una critica del potere, una sublime satira del potere.
    Tommaso Moro, diceva Luigi Firpo, ci invia un messaggio nella bottiglia. E ci svela il volto oscuro del potere, che comanda ma non libera, lasciando a noi il compito di migliorarci, di raggiungere la saggezza mediante la ragione. Il fine dell’Utopia è dunque la saggezza, quella che Francesco Cossiga definiva, proprio parlando di More, il bene comune possibile.
    In quei pochi anni, agli inizi del Cinquecento, a un quarto di secolo dalla scoperta dell’America, l’insieme delle categorie politiche e giuridiche medievali implode, come ci spiega Carl Schmitt in «Terra e mare» e soprattutto nel «Nomos della Terra».
    Così avviene che la scoperta del Nuovo mondo genera la ricerca di un Mondo Nuovo, e che tale ricerca costituirà la causa e il motivo unificante della letteratura utopistica che dopo More prenderà le mosse, anzi… il largo.
    E avviene anche che in questa ricerca, e a causa di essa, matura il paradigma moderno del potere: l’«Elogio della Follia» di Erasmo è del 1511, «Il Principe» di Machiavelli è del 1513, l’«Utopia» come si è detto viene pubblicata nel 1516, «Le istituzioni del principe cristiano», ancora di Erasmo, sempre nel 1516.
    La teoria politica medievale è consegnata agli archivi. Il conflitto tra ragion di Stato e Utopia segnerà indelebilmente la storia politica del Vecchio Continente, e con esso la lucida consapevolezza della necessità di un’alternativa umanistica al predominio della scienza e della tecnica, in sostanza della necessità di un sistema di valori al quale ancorare il progresso scientifico. L’isola che non c’è è anche un luogo di buon governo: “de optimo rei publicae statu”, recita il titolo dell’opera.
    Vi è ancora un altro aspetto che occorre sottolineare. L’Utopia di Thomas More è l’ultima visione unitaria dell’Europa, e del suo ruolo guida nella storia del mondo, prima della stagione degli scismi e delle chiese nazionali, prima della separazione tra fede e ragione che ha separato irreparabilmente la civiltà europea dal suo primato, consegnandolo ad altri protagonisti.
    Una visione, quella di Tommaso Moro, che restituisce alla libertà, anche religiosa, e alla cultura, dunque alla conoscenza, una centralità che avrebbe impedito questa deriva.
    Che teorizza una separazione virtuosa tra sfera politica e sfera religiosa che da una parte richiama l’essenzialità del precetto evangelico e dall’altra anticipa la fine del temporalismo. Con secoli di anticipo rispetto al “Libera Chiesa in libero Stato”.
    Che promuove una visione antropologica della società basata sulla centralità della persona, tanto da teorizzare, per la prima volta, l’abolizione della pena capitale. Ben prima di Beccaria, il quale peraltro, nel capitolo XXVIII della sua celebre opera «Dei delitti e delle pene» subordina il divieto di irrogazione alla pena capitale alla sicurezza dello Stato e alla tutela dell’ordine pubblico, e dunque in sostanza alla ragion di Stato.
    Una visione, dunque, anche profetica, perché addita un percorso che è stato ripreso secoli dopo. Un santo campione dello Stato laico, lo definiva ancora Cossiga.
    Perché, in ultima analisi, l’Utopia non è uno stato emotivo, né un rifugio consolatorio dello spirito, né una manifestazione di buonismo politico. Né tantomeno una fuga dalla realtà. Al contrario, l’Utopia è l’unica alternativa possibile al fatalismo, alla rassegnazione, alla supina accettazione dei rapporti di forza che regolano la società.
    L’Utopia è l’altra faccia della Norma. Senza Norma, senza la Legge, la società scivola nell’anarchia e nella dissoluzione. Ma senza Utopia, la realtà si conforma ineluttabilmente ad un Ordine improntato alla legge del più forte.
    L’Utopia è lo spazio di libertà dell’uomo di fronte all’Ordine.
    L’Utopia è dunque una lucida, consapevole, e spesso costosa, assunzione di responsabilità. Ma è una responsabilità necessaria.
    Perché nessuno può pretendere di possedere tutta la verità, o di possederla solo per sé, o di esserne unico interprete. E nessuno ha diritto di attingere da solo a quella fonte. Al contrario, occorre aprirsi alla conoscenza, degli altri e dell’altro. Perché solo la conoscenza conduce alla verità, e solo la verità rende liberi.

     

    da Tempopresenterivista, 25 OTTOBRE 2016

  • Annunci